• Facebook
  • Twitter
  • Instagram

© 2023 by RISPETS. All right reserved.

© Riproduzione riservata

© La riproduzione degli articoli del blog di RisPets.com è vietata. 

I post di RisPets

Le flautolenze del cane. Quando le puzzette possono nascondere un problema

Ogni tanto, dedichiamo qualche veloce post ai nostri amici animali per suggerire ai compagni bipedi soluzioni o comportamenti adatti ad affrontare problemi più o meno quotidiani. Il tema che vi proponiamo oggi riguarda la flatulenza (o meteorismo). L’argomento scelto potrebbe far sorride, ma in realtà non bisogna sottovalutarlo.





Il meteorismo (o flatulenza canina, che dir si voglia) definisce una produzione eccessiva di gas intestinali che colpisce molti cani, soprattutto quando cuccioli.


La situazione classica è quella che vede il nostro amico pacificamente accucciato ai nostri piedi, mentre guardiamo la tv o leggiamo un libro e improvvisamente una ventata nauseabonda aggredisce il nostro naso: Fido ha colpito. È necessario preoccuparsi quando la flatulenza del nostro cane diventa frequente.


Le puzzette del cane, le scorregge del vostro cucciolo (il vocabolario italiano è ricco di termini per definire questa sgradevole situazione) sono un campanello d’allarme che vi sta evidenziando un problema. Se si tratta di un problema piccolo o grande è da appurare. Vediamo come.



LE CAUSE

Esistono cinque motivi principali che possono essere alla basa della flatulenza canina:

1. Mangiare velocemente

2. Dieta sbagliata

3. Alimenti di bassa qualità

4. Allergia

5. Malattie dell'apparato digestivo


I primi tre motivi, sono indagabili in maniera casalinga, ossia senza il bisogno di un veterinario, escludendoli uno dopo l’altro. Ma quando la soluzione non giunge allora è necessario rivolgersi a uno specialista che esamini il nostro amico.






FLATULENZA E MANGIARE VELOCEMENTE

La prima causa da accertare è come il nostro cane mangia. È tranquillo e rilassato o si scaglia sulla ciotola divorandola? Mangia da solo o in compagnia di altri cani?

Molti cani hanno un atteggiamento ansiogeno nei confronti del cibo, il che si traduce in una voracità eccessiva. La voracità comporta l’ingurgitare di aria che andrà a gonfiare lo stomaco. Questo aspetto può diventare addirittura pericoloso per alcuni cani. Se Fido mangia in compagnia di altri cani, sappiate che questo, spesso, genera competizione e di conseguenza stress.


Sul blog di RisPets puoi leggere anche:

Impatto dell'uomo sull'ecosistema

Animali e mezzi di trasporto

Disattenzione ecologica: bassa sensibilità o interessi economici?

L'estinzione delle api condannerà l'uomo?

La plastica: un problema anche in Italia

Animali a rischio

Ma davvero fa così caldo?

Fonti rinnovabili: una grande opportunità

Animali senza Leggi

La mattanza della moda

Ecologia: paura contro speranza

Animali e Costituzione

Gli animali sono beni di lusso



SOLUZIONI AL MANGIARE VELOCEMENTE

Per fortuna un cane che si ciba voracemente può essere tenuto a bada con facilità e basso costo. Esistono due buoni metodi. Il primo metodo consiste nello scomporre la razione in più porzioni da distribuire nell’arco della giornata. Il frazionamento aiuterà la bestiola a non trangugiare il tutto insieme a una tonnellata d’aria.


Il secondo metodo consiste nell’acquisto di ciotole anti ingozzamento o ciotole labirinto per cani. Queste ciotole sono scomposte in differenti spazi contigui e angusti, per cui il cane è costretto a infilare il muso in ognuno di essi, per recuperare il cibo. Il tempo del pranzo quadruplica o anche di più.


Infine, se il cane mangia in compagnia di altri animali allora separateli, destinando al cane sofferente di flatulenza uno spazio a sé, isolato e tranquillo.







FLATULENZA E DIETA SBAGLIATA

I gas intestinali che provocano la flatulenza del nostro cane sono spesso il risultato ottenuto dalle fermentazioni batteriche dei carboidrati o della fibra. Sono gli alimenti ricchi di fibra a determinare spesso una diminuzione della digestione dei principi nutritivi. In questo caso il colon sarà raggiunto da cibo in fermentazione. Quindi, esiste la possibilità che cani nutriti con alimenti a elevato contenuto in fibra, siano affetti da meteorismo canino.


Fagioli, piselli, semi di soia sono alcuni degli alimenti che contengono una elevata quota di di oligosaccaridi. Qual è il problema? Semplice, sia i cani che i gatti non posseggono gli enzimi per scomporre questi zuccheri, quindi saranno fermentati da batteri che libereranno idrogeno e anidride carbonica.


Grain free o low grain: questi sono i termini inglesi che potete ritrovare sulle etichette dei prodotti da destinare ai nostri cani, ovvero con bassa presenza di grano e addirittura assenza. Soprattutto per le piccole taglie è preferibile che siano senza grano, andando a incidere meno sull’apparto digestivo.


Quindi sono da ridurre gli alimenti ricchi di fibra, soia e grano, così come alimenti vegetali contenenti zolfo, latte, rifiuti o alimenti ricchi di proteine o integratori vitaminici.



BASSA QUALITA’ DEGLI ALIMENTI

Oltre al mangiare di fretta e all’assunzione di troppe fibre e carboidrati, dobbiamo verificare la qualità l’alimento destinato al nostro compagno a 4 zampe. Devono essere assenti le farine di origine animale. Queste prodotti (non adatte al consumo umano) hanno un basso valore nutritivo e biologico, ma sono soprattutto alimenti che possono provocare allergie e reazioni. Sono fortemente sconsigliate.


Esistono anche altri motivi che possono contribuire a provocare flatulenza nei cani, come ad esempio terapie mediche (le vitaminiche).





L’attenzione alla qualità della dieta passa attraverso alcuni piccoli accorgimenti. Il primo accorgimenti è evitare di alimentare il nostro compagno con i residui dei pasti umani, non garantiscono equilibrio e alcuni cibi possono essere addirittura pericolosi.


Il secondo accorgimento è controllare l'etichetta per accertarsi che il prodotto acquistato sia adatto alla taglia e l’età del tuo cane.


Ultimo accorgimento: esistono linee di prodotto premium (più costose ma efficaci) che posso essere parte di una dieta corretta e tendente a eliminare la flatulenza.



E SE NON FUNZIONA?

Se avete adottato i nostri consigli per ridurre o eliminare il meteorismo che affligge il vostro cane e non ci siete riusciti, significa che è tempo di rivolgersi al veterinario che saprà consigliarvi per il meglio.


Dietro un fenomeno come la flatulenza possono celarsi allergie molto specifiche o anche malattie dell’apparato digerente. Spesso si accompagnano a dermatiti, o diarrea, vomito, pruriti. Le patologie cardiache o polmonari sono malattie che spesso si collegano alla flatulenza.


È giusto garantire il benessere del nostro compagno attraverso una adatta visita medica.


I TUOI COMMENTI SONO IMPORTANTI

Il blog di RisPets è una piazza dove ragionare insieme dei temi collegati all'ambiente, alla natura, agli animali. Commenta quest'articolo, condividilo, aggiungi la tua visione o la tua esperienza. È importante poter leggere la tua opinione. Ci servono stimoli per migliorare e tu puoi essere di grande aiuto.


#flautolenze #cani #ambiente #sostenibilità #natura #animali

RisPets

Pets and books lifestyle